Pigmenti per resina: istruzioni per l’uso

Introduzione

Esiste un’enorme varietà di materiali per colorare la resina epossidica, lucidi, colori brillanti, colori pastello o colori cangianti.

In realtà non ci sono molte cose da fare quando si tratta di colorare la resina. Conoscere queste linee guida aiuta a garantire il successo della colorazione della resina epossidica. 

Non solo, ma se acquisti i prodotti della nostra linea Fil Crista Color, Resin Art e pigmenti in polvere, tra le mani avrai dei prodotti formulati per l’arte della resina e che sono usati per dare colore dipinti, gioielli, opere d’arte e tanto altro.

Conoscere queste linee guida ti aiuta ad utilizzare al meglio i colori per resina, ma prima di iniziare, non dimenticare di seguirci sui nostri canali Facebook, Instagram e Youtube in modo da rimanere aggiornato con tutorial, video e post!

Quali coloranti e pigmenti sono adatti per la resina?

Ci sono molti diversi additivi coloranti sul mercato. Ma non tutti sono adatti per colorare la resina epossidica: se nella composizione degli inchiostri c’è acqua, il rapporto di miscelazione cambia e la miscela potrebbe non indurire. L’ideale è utilizzare prodotti pensati esclusivamente per questo uso. Ecco alcuni esempi. 

Quali pigmenti posso usare per tingere la resina epossidica in vari effetti?

Per creare dei meravigliosi effetti puoi mescolare i colori tra loro in maniera approssimativa. Se utilizzerai pigmenti Fil Cristal Color, ad esempio, essendo dei colori di alta qualità, ti serve solo poca quantità per colorare la tua resina. 

I coloranti in polvere, invece, non si dissolvono completamente, quindi danno un bellissimo effetto ottico cangiante, e li puoi utilizzare direttamente sullo stampo per intravedere un’anteprima del risultato finale. Segui, ad esempio, questo video.

Il concentrato di coloranti liquidi, come Resin Art Color, si può miscelare con la resina epossidica e si dissolve completamente. Possono anche essere mescolati insieme per sviluppare nuovi colori personalizzati.

Aggiungendo coloranti a base liquida o in polvere alla resina epossidica, potresti creare una resina perfetta che può essere utilizzata per aggiungere colore alle tue creazioni, anche dando vita a particolari effetti come leffetto Pouring o l’effetto Ocean Wave.  

Istruzioni: come colorare la resina

Prepara tutti i materiali di cui hai bisogno, così inizi a lavorare facilmente. Ricorda di coprire l’area di lavoro del progetto con della carta o con un tappetino, così da prevenire danni. Si consiglia l’uso di indumenti protettivi come occhiali, mascherina idonea, guanti in nitrile. Meglio se lavori in un’area ben ventilata.

La resina epossidica e l’indurente devono essere miscelati nel rapporto indicato, secondo le istruzioni sulla confezione. Una volta mescolati i due ingredienti principali, resina e indurente, è il momento di aggiungere il pigmento.

Quanto colore del pigmento dovrei aggiungere alla resina epossidica?

Quando si aggiungono i pigmenti alla miscela, questa deve essere pari ad una percentuale tra il 2 e il 6% del peso della miscela. A seconda del colore saturo o traslucido che vuoi ottenere, devi continuare a regolare la quantità di pigmenti aggiunti alla miscela fino a raggiungere il tuo obiettivo. 

Il suggerimento è quello di non superare il 6% di colore rispetto al volume totale, dato che ciò influisce sul delicato equilibrio chimico necessario affinché la reazione avvenga correttamente.

I pigmenti colorati per resina epossidica Reschimica sono atossici e si possono miscelare in qualsiasi materiale trasparente e applicati su qualsiasi superficie. Puoi creare tutto con sicurezza poiché il nostro pigmento non lascia grumi o residui, non cambia o sbiadisce nel tempo.

Consigli extra

Per la resina epossidica che utilizzi per la lavorazione del legno: serve aggiungere il colore per resina, misurato in base al dosaggio, alla miscela di resina epossidica nel recipiente di miscelazione. 

Quando questa si colora, è necessario ricordare la regola secondo cui una percentuale di colore superiore al 6% della quantità totale di resina potrebbe causare problemi di indurimento.

I pigmenti in resina Fil Cristal Color sono perfetti per questo utilizzo. I pigmenti sono versatili e possono essere utilizzati per colorare anche la resina epossidica utilizzata per colate spesse, come quelle necessarie per creare opere in legno e resina. 

Conclusioni

Ci auguriamo che questo articolo, la guida su come colorare la resina, ti abbia aiutato a capire quanto può essere facile il processo di colorazione della resina epossidica. Se segui questi passaggi riesci ad ottenere i risultati che vuoi!

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

INIZA
LA PROMO ESTIVA 😱

I tuoi proodotti preferiti
in PROMO fino al -50%