Come decorare i piatti con la resina epossidica

Piatti, che passione! 

Donano un tocco di colore alle nostre case e permettono di trasformare l’arredamento di casa e di ogni ambiente. E dal momento che la bellezza della resina epossidica deriva dalla versatilità del materiale e dalle tue abilità artigianali, i risultati non possono che essere super-personalizzati e colorati. 

In questo tutorial, noi di Reschimica ti spiegheremo come dare una seconda vita ai noiosi piatti bianchi di un servizio ormai demodé, da utilizzare come piatti decorativi.

Senza perderci in chiacchiere, passiamo in rassegna l’occorrente e il procedimento. 

Spoiler: non avrai bisogno di pre requisiti o competenze advanced. Tutt’altro. I piatti con la resina epossidica sono un ottimo lavoretto scaccia-noia da fare con i bambini, sotto la supervisione di un adulto. 

L’occorrente 

Prima di metterti all’opera, disponi sul piano di lavoro tutto il materiale: 

  • Resina epossidica ad asciugatura rapida. Noi ti consigliamo la Cristal E che catalizza in tempi molto brevi. In alternativa, opta per la Liquid Glass che aggiunge un tocco di trasparenza in più ai tuoi piatti personalizzati. 
  • Pigmenti coprenti del colore che preferisci. Se vuoi sbizzarrirti con mille sfumature cromatiche, opta per la Resin Art bianca, rossa, gialla, blu o nera. Ogni boccetta del kit contiene 50 ml di prodotto. 
  • Glitter, decorazioni, fiorellini secchi o foglie d’oro per donare un tocco di ricercatezza in più alle tue creazioni DIY. 
  • Contenitori e bicchieri per mescolare la resina. 

Procedimento

In primo luogo, organizza la tua area creativa e miscela le componenti della resina epossidica da te scelta. La Cristal E, ad esempio, vanta un rapporto di catalisi di 2:1. In altri termini, per 30 grammi di prodotto A sarà sufficiente impiegare 15 grammi di composto B. Mescola il materiale per una manciata di minuti, così da evitare la formazione di bolle o di grumi antiestetici. 

In un altro contenitore, prepara la Resin Art Color della sfumatura che ami di più. Potrai ottenere un effetto coprente d’eccellenza con poche gocce di prodotto, così da mantenere le tue creazioni brillanti e durature nel tempo. 

A questo punto, prendi il piatto da personalizzare e stendi un primo strato di resina sulla superficie interna. Quest’ultimo ti permetterà di creare infinite combinazioni decorative, lasciandoti guidare dalla tua vena artistica e dalla tua fantasia. Particolarmente apprezzate sono le personalizzazioni a tema floreale con i colori del nero o del rosso. 

Lascia asciugare in funzione della temperatura esterna, dell’umidità e delle caratteristiche della tua resina epossidica (in media 12/24 ore), quindi serviti di un ulteriore strato al fine di rendere il piatto più resistente. La resina è inoltre anti-ingiallimento grazie al suo speciale filtro UV.  

Lascia asciugare una seconda volta e metti in tavola un servizio nuovo di zecca che ti verrà invidiato da tutti i tuoi commensali. Non ti abbiamo avvisato!

Idee creative per la personalizzazione dei piatti con la resina epossidica

Il procedimento della personalizzazione dei piatti con la resina epossidica è semplice e intuitivo. Tuttavia, se sei alla ricerca di idee creative, puoi sempre fare affidamento sulle nostre risorse online. 

In primo luogo, vai a dare un’occhiata ai migliori profili TikTok sulla lavorazione artigianale. Le idee non tarderanno ad arrivare! In caso contrario, lasciati ispirare da una delle seguenti lavorazioni: 

  • L’effetto onda marina regala un tocco di raffinatezza ai tuoi piatti preferiti, perfetti, ad esempio, per arredare la casa al mare. Abbiamo già scritto un tutorial dettagliato in merito alla sua realizzazione. A proposito, ricorda che il Wave Effect ha molto impatto anche sui piatti in legno/bambù. Trattali con l’apposita resina Cristal P
  • Sì ai dettagli in oro. Potrai valorizzare i bordi di un servizio total-white con delle sottilissime colate scintillanti, dotate di resistenza extra. Utilizza la nostra foglia oro per un risultato da 110 e Lode
  • Crea un piatto effetto marmo con la resina epossidica. Dovrai colorare diverse tipologie di resina con prodotti diversi – mescolando, ad esempio, il rosso e il bianco – e sbizzarrirti con colori e decorazioni random per realizzare le venature tipiche delle superfici marmoree. Donerai alla tua ciotola un look elegante e naturale. 

Curiosi di saperne di più?

Ti ricordiamo che i piatti decorati con la resina devono essere usati a scopo decorativo, e non utilizzati a contatto con le pietanze. 

Seguici sui nostri canali per altre idee.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.