Intervista a Gea Creations: quando l’arte è determinazione

L’arte bussa alla sua camera, trovando una porta spalancata. Gea Creations è la mente creativa che ha dato vita agli stampi artigianali più interessanti e particolari che si siano mai visti. La sua è una storia di grande ispirazione per chiunque voglia intraprendere la strada professionale legata agli hobby e all’arte. Ecco l’intervista a Gea Creations, che continua a farci conoscere i segreti e i consigli di chi fa dell’arte il proprio stendardo. 

Conosciamo meglio Gea Creations

È un piacere continuare con la rubrica che vede protagonisti i creativi e i professionisti che lavorano con l’arte. Raccontaci un po’ di te.

Sono Gea, ho 27 anni e vengo dalla provincia di Napoli. Sono una persona molto intraprendente, che cerca di innovarsi sempre e che non vuole stare mai ferma. Sono alla continua ricerca di nuovi stimoli lavorativi, non mi spaventa mettermi alla prova, anzi, la cosa mi motiva. 

Mi diletto nel creare, ma la mia passione più grande è sempre stata quella di supportare chi crea, resto sempre affascinata dalle nuove tecniche o creazioni che riescono a tirare fuori con i miei stampi. 

Come è iniziato il tuo percorso nel mondo delle gomme e dell’hobbistica? 

Ho iniziato intorno ai 20/21 anni in solitudine nella mia cameretta. Sono sempre stata una persona molto affascinata dalla creatività in generale e quando mi sono approcciata al mondo della resina ho notato che non c’erano negozi in Italia o in Europa che proponessero una buona selezione di stampi. Ho fatto diverse ricerche e ho cercato di capire come realizzare gli stampi manualmente. Una volta perfezionata la tecnica, ho deciso di aprire un negozio tutto mio su Etsy.

Con precisione e creatività hai trasformato la tua passione in una professione. Cosa è cambiato in questo passaggio? 

L’idea di creare un negozio che potesse essere utile a tutti coloro che utilizzano la resina è nata fin da subito. Sono partita da un piccolo shop su Etsy e da lì le vendite sono diventate sempre più frequenti. Il mio prodotto piaceva e nel contempo si perfezionava grazie ai feedback delle persone. 

Che consiglio daresti a chi si appresta allo stesso percorso?

Consiglierei a chi inizia a vendere online di non farsi abbattere dalla concorrenza sleale, di non mollare mai. Inoltre consiglio di cercare di portare qualcosa di innovativo e combattere per questo. Il mondo dell’arte, in generale, dà sempre l’idea di una nicchia troppo distante da noi, invece offre tantissimi sbocchi lavorativi e può darvi tante soddisfazioni. 

C’è qualcosa che cambieresti o faresti diversamente, se potessi tornare indietro?

Se tornassi indietro non permetterei alle persone di buttarmi giù, appagate da vedere un mio fallimento. Col tempo ho capito che semplicemente odiavano il mio “successo”, perché loro hanno fallito dove invece io ho fatto bene. Questo, a volte, non piace alle persone e ai concorrenti spietati. 

Quali sono i prodotti che preferisci utilizzare? Hai dei consigli per chi è alle prime armi?

Mi piace lavorare con tutti i prodotti che sono oggettivamente di qualità e atossici, poiché credo che la qualità venga sempre riconosciuta e che questo ripaghi con il tempo. Consiglio  a chi è alle prime armi di fare più prove ed esperimenti possibili, prendere confidenza con il materiale o i materiali che più vi attirano e continuare a scoprirne tutte le potenzialità. 

Qual è l’aspetto del tuo lavoro che ti rendere maggiormente orgogliosa?

Mi rende orgogliosa il fatto che ho iniziato da zero e solo con le mie forze, in un ambiente del tutto sconosciuto nel paese in cui abito. Questo, tuttavia, non è mai stato d’intralcio, sapevo di poter trovare online la mia community di riferimento. 

Qual è, invece, l’aspetto più difficile da gestire del tuo lavoro?

Sono due gli aspetti più difficili: seguire e curare la parte “social” e il dover sempre avere idee nuove e cercare di essere sempre all’altezza delle aspettative altrui. Sono una persona che non accetta facilmente il fallimento, quindi penso giorno e notte al mio lavoro.

Il tuo stile è inconfondibile ed è di grande spunto per migliaia di persone. Da cosa nasce questa grande verve creativa? Segui esclusivamente il tuo gusto o ti lasci ispirare dalla tua community?

Per la mia ispirazione seguo, in realtà, entrambe le cose. Ho sempre come obiettivo quello di portare tante novità. Quindi in parte ho accolto le richieste e in parte ragiono di continuo sui modi per portare idee nuove a cui nessuno ha pensato. 

Conclusioni

Gea è un esempio di tenacia e di determinazione. Lei ci insegna a non mollare per raggiungere i nostri obiettivi. Ci insegna che i sogni sono fatti per essere realizzati, per essere tirati fuori dal cassetto. Se vuoi scoprire di più su Gea e sulle sue creazioni, dai uno sguardo ai suoi stampi. 

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *