Come vendere i prodotti in resina online: guida completa

La creatività è il pilastro sul quale si fondano la maggior parte degli hobby artistici, compresi quelli legati al mondo della resina. Tuttavia, un hobby può trasformarsi in una vera e propria professione. Ti diamo qualche dritta su come vendere online le tue creazioni e i tuoi prodotti in resina. 

Qui la guida completa.

Come vendere i prodotti in resina online

Vendere online le creazioni in resina: la guida

Se vuoi trasformare la tua passione creativa in una professione ci sono alcune cose da sapere, affinché le vendite dei tuoi manufatti rispettino le regole. La creatività abbinata ad alcune tecniche digitali può creare un binomio vincente e la vendita online può trasformarsi in un’attività divertente, semplice e fonte di reddito. 

Per poter vendere le tue creazioni in resina (e non solo) online servono metodo, conoscenza delle piattaforme e anche un po’ di intraprendenza. 

Vediamo i vari punti d’interesse, per trasformare la tua passione in professione. 

Le regole per vendere le creazioni artigianali online

La prima regola sulla quale vale la pena di soffermarsi è di carattere burocratico. Va chiarito che una vendita di prodotti artigianali online può essere di due tipologie:

  • Vendita abituale, che richiede il possesso di una Partita IVA;
  • Vendita occasionale, che non necessita di Partita Iva. 

Nel primo caso la partita IVA diventa un requisito fondamentale, in quanto la vendita di manufatti diventa a tutti gli effetti una fonte primaria di reddito. Il commercialista saprà guidarti nel profilo da scegliere, in quanto sono molti i regimi fiscali studiati per le aziende più piccole che si fondano sul lavoro artigianale. 

Se invece sei orientato a dedicarti solo parzialmente all’attività di vendita di oggetti online, e quindi, il tuo guadagno relativo a queste vendite sarà molto ridotto, allora esistono dei metodi che non prevedono l’apertura di una Partita IVA. In linea di massima questo è il caso di chi svolge le vendite solo sporadicamente e non supera un guadagno di 5000 euro all’anno. 

Il nostro consiglio è quello di rivolgersi ad un commercialista per chiarire ed eliminare ogni dubbio di carattere fiscale e scoprire vantaggi e limitazioni dell’avere o non avere una Partita Iva. 

Come vendere le creazioni artigianali online

Una volta intrapresa la definizione del tuo regime fiscale, il secondo step è capire come fare a vendere le proprie creazioni. 

Nel corso degli anni il mondo del web si è evoluto molto a favore del commercio online, tanto da spingere chiunque avesse un negozio fisico ad allestire anche la propria vetrina virtuale. Utilizzata non solo dai grandi colossi come mezzo principale di vendita, questa prassi si è estesa a macchia d’olio, trasportando in un immenso centro commerciale digitale sia prodotti materiali, che esperienze o corsi di ogni genere. 

Possiamo individuare tre canali principali a supporto della vendita online di prodotti artigianali:

  • Un sito web personale;
  • I social;
  • I marketplace. 

Scopriamoli ognuno nel dettaglio. 

Sito web personale

La prima modalità di vendita online è quella di aprire un proprio sito web. Un posto, questo, dove realizzare la propria vetrina con foto accattivanti e curate, ma anche dove interagire con il proprio pubblico attraverso dei contenuti e un blog. 

In genere, le vendite legate ad un proprio sito web richiedono di essere possessori di partita IVA, in modo che si possa gestire in piena autonomia e nel rispetto delle norme il proprio giro di affari. Inoltre, la creazione di un sito web richiede una certa preparazione in ambito informatico o la necessità di essere affiancati da esperti nel settore. Per questo motivo è molto importante valutare la spesa e il budget da dedicare alla realizzazione del sito. 

I social

Senza dubbio i social (Instagram, Facebook) sono per tantissime persone una grande opportunità per fare in modo che il proprio commercio online abbia successo. Entrambe le piattaforme si sono evolute, trasformandosi da semplice vetrina descrittiva o fotografica, ad un e-commerce strutturato, con il quale è possibile seguire e semplificare il processo di vendita. 

Per la vendita dei tuoi oggetti artistici su Instagram o Facebook è necessario avere un account business e, anche in questo caso, vale la regola del massimo guadagno consentito senza partita IVA. 

Marketplace

Con la parola Marketplace indichiamo dei luoghi virtuali, dove tanti venditori approdano per esibire le proprie creazioni o i loro prodotti. Uno dei più celebri Marketplace è Amazon. Per il mondo dei creativi e degli artigiani esistono delle piattaforme dedicate, grazie alle quali è possibile esibire i propri oggetti e godere del sistema già strutturato e avviato di questi siti. 

Quali sono i principali Marketplace dedicati al mondo dell’artigianato? Scopriamone alcuni. 

La più celebre piattaforma dedicata alle vendite di oggetti creativi e artigianali è Etsy.

Tutti possono conquistare una vetrina per esporre le proprie creazioni su questo sito, godendo del nutrito pubblico che vi traffica ogni giorno. Le vendite sono davvero facili e divertenti grazie ad Etsy, che dal canto suo chiede una commissione del 5% sul prezzo totale dell’ oggetto venduto. 

Un’altra piattaforma di Marketplace è Amazon Handmade. Si tratta di un’area del sito Amazon dedicata, come dice il nome stesso , alla vendita e agli acquisti di creazioni artigianali.  

Consigli pratici per la vendita di oggetti artigianali online

Una volta che saranno ben chiari come e dove vendere le tue creazioni online, è bene tenere in considerazioni tanti aspetti legati a questo business. 

In primo luogo è fondamentale il rapporto comunicativo con i clienti. Ricorda di fornire informazioni esaustive sull’oggetto che andranno ad acquistare, così da eliminare ogni dubbio a riguardo. La chiarezza nella comunicazione è un passaggio fondamentale per fare in modo che il tuo pubblico ti segua e cresca. 

La cura dei dettagli è un altro aspetto che deve essere primario. Un oggetto realizzato con prodotti scadenti, con errori o difetti non può essere venduto. I clienti stanno pagando per quello che vedono e di cui racconti, non deludere le aspettative. 

La spedizione è un altro elemento da non sottovalutare. Quando spedisci un oggetto realizzato da te, sii certo che la confezione sia a prova di urto, utilizzando un ottimo imballaggio. Inoltre, sii certo di specificare se il costo della spedizione va aggiunto, oppure no, al costo del manufatto. 

Conclusioni

Se vuoi vendere le tue creazioni di resina online, avrai capito che dovrai seguire minuziosamente vari passaggi. Dalla realizzazione delle foto, alla cura del rapporto con i clienti, questo hobby potrà trasformarsi in una professione gratificante. 

Sii perseverante e ambizioso, per riuscire nell’impresa ti basteranno un po di metodo e tanta fantasia. 

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RICEVI SUBITO

gratuitamente

LA GUIDA AI PROGETTI CREATIVI

Ricevi per email tanti progetti pronti ad ispirarti, insieme a moltissimi materiali gratuiti che ti aiuteranno a rendere le tue creazioni perfette.

RICEVI SUBITO

gratuitamente

LA GUIDA AI PROGETTI CREATIVI

guida ai progetti creativi della Reschimica